Qual è la differenza tra valori e bisogni?

valori-e-bisogni

Nei nostri corsi e workshop spesso sorge la richiesta di chiarire la differenza tra valori e bisogni, come anche tra valori e attitudini.
I valori sono un concetto affascinante e trasversale, e non è la prima volta che dobbiamo fare distinzioni tra valori e altri concetti, come le credenze.
Pertanto, sembra importante chiarire alcuni punti chiave nel seguente articolo, speriamo che lo trovi interessante e che ti dia una nuova prospettiva su questo argomento!
Iniziamo!

 

Definiamo i bisogni

 
 Simon L. Dolan, dottore in psicologia del lavoro, docente, consulente, autore e creatore della metodologia Coaching by Values, ricorda spesso che i bisogni secondo la psicologia si riferiscono a uno stato di tensione che sorge dalla mancanza di qualcosa che copre esigenze fondamentali fisiologiche, come ad esempio il sonno o la fame o esigenze psicologiche come l’affetto.
Maslow (1943, 1954) incluse nella sua teoria dei bisogni anche esigenze che sorgono dall’ambiente. La sua gerarchia dei bisogni è una teoria motivazionale che comprende un modello a cinque livelli dei bisogni umani.
Maslow affermò che le persone sono motivate a soddisfare determinati bisogni e che alcuni bisogni hanno la precedenza sugli altri. Il nostro bisogno più fondamentale è la sopravvivenza fisica, e questa sarà la prima cosa che motiverà il nostro comportamento. Una volta che il livello è soddisfatto, il livello successivo è ciò che ci motiva e così via.
Il professor Dolan chiarisce sempre che i bisogni giocano un ruolo molto importante nelle situazioni di emergenza, tanto che possiamo comprendere e giustificare comportamenti normalmente considerati inaccettabili quando sorgono dal bisogno. 
Quali sono i valori?
Al contrario, i Valori sono meno legati alle situazioni di emergenza. Sono invece direttamente collegati al nostro comportamento quotidiano e ci aiutano persino a prendere decisioni.
Per dirla con altre parole: nella nostra routine quotidiana, non sono i bisogni a spiegare i nostri comportamenti e le nostre scelte, ma il nostro sistema di Valori.
Inoltre, i valori possono anche avere più dimensioni, come abbiamo commentato in altri articoli, concretamente: la dimensione economico pragmatica, la dimensione etico sociale e la dimensione emotiva e di sviluppo.
Un aspetto interessante da notare è che il nostro sistema di valori può focalizzare e orientare nuovamente determinati bisogni. Ad esempio, ci permette di discernere quando qualcosa è giusto o quando è sbagliato.
 
Vediamo adesso come si applica tutto questo nella pratica.
 
Quando utilizziamo lo strumento della metodologia Coaching by Values nella pratica in un processo di coaching individuale, executive o anche nel team coaching, spesso vediamo che a una prima presa di coscienza rispetto a quali sono i valori che guidano i nostri comportamenti, segue una scelta cosciente di quali valori privilegiare. La priorizzazione ha un effetto chiaro, pratico e concreto sulle nostre azioni, pianificate e non, che va a modificare comportamenti e decisioni. Questo nuovo assetto valoriale inevitabilmente ha un effetto che modifica alcuni aspetti di ciò che consideriamo “necessario”.
Possiamo dire che la differenza fondamentale tra Bisogni e Valori va ben oltre la pura e semplice urgenza. In breve, ciò che devi tenere a mente è che il tuo sistema Valori è molto più stabile delle tue esigenze, che variano a seconda del momento vitale in cui ti trovi e chiaramente dell’ambiente.
Per fare un esempio semplice: ogni persona naturalmente protegge la propria vita spinta dall’istinto di sopravvivenza. Nonostante ciò, può essere disposta a metterla a rischio per un valore che considera importante, come potrebbe essere la sicurezza di altre persone, il proprio paese in guerra ecc.

 

In conclusione

 
Un altro aspetto da tenere in considerazione è che Bisogni e Valori ​​non sono in conflitto tra loro, al contrario. Quanto più sono chiari i tuoi valori, tanto più saprai gestire i bisogni con chiarezza.
Per quanto riguarda il coaching dei valori, lo strumento The Value of Values si compone di 51 valori (frutto di una selezione realizzata in diversi paesi dal team di Simon L. Dolan) che ti permette di selezionar, priorizzare e valutare il grado di soddisfazione rispetto ai valori.
La flessibilità è un valore molto importante ne modello CoachingxValues. Quindi, in “The Value of Values”, abbiamo incluso tre jolly, così puoi incorporare nel tuo Modello Triassiale ciò che non puoi trovare nei 51 valori. In questo modo potresti persino includere l’amore come valore fondamentale, anche se noi lo consideriamo un bisogno più che un valore…di questo ne abbiamo parlato in un video che puoi trovare nel nostro canale Youtube. 
Sostanzialmente, tutto ciò che ti aiuta a configurare il tuo modello triassiale è accettato in questo modello dinamico, poiché è caratterizzato dalla flessibilità. 
Dicci cosa ti ha apportato questo articolo, dacci il tuo feedback nella sezione commenti!

4 pensieri su “Qual è la differenza tra valori e bisogni?

  1. valentina dice:

    Buongiorno, grazie per questo articolo.
    Sto approfondendo la connessione tra valori regole, bisogni fondamentali e veicoli.
    E’ corretto dunque affermare che per creare regole efficaci, fare scelte più consapevoli, prendere decisioni soddisfacenti e sentirmi bene con me stessa devo avere chiarezza su:
    1. bisogni fondamentali
    2. i miei valori
    In questo modo potrò utilizzare “veicoli positivi” per la soddisfazione dei bisogni;

    Grazie, Valentina Spignoli

    • Paola Valeri dice:

      Ciao Valentina. Grazie per la tua domanda. I bisogni “ci vengono dati”, è importante esserne consapevoli per non perdere la connessione con noi stessi (un esempio: quando siamo così concetrati su un lavoro, ci scordiamo di mangiare o bere anche se siamo affamati). I valori ci permettono di creare una visione di noi stessi (che persona vogliamo essere, che vita vogliamo vivere) e di avanzare coerentemente con tale visione. Alle volte i valori sono così “alti” che accettiamo volontariamente di rinunciare ai nostri bisogni, anche quelli legati alla sopravvivenza. Penso ad esempio alle persone che mettono a rischio la loro vita per aiutare altre persone.

  2. valentina dice:

    Un altra domanda:
    Quando non c’è allineamento, le regole possono nascere sulla base di valori o sulla base dei bisogni (mi riferisco in particolare all’ambito familiare). E’ corretto? In che modo differiscono?
    Tra le carte, in uno dei video, vedo che uno dei valori è la pianificazione. Pianificazione è un valore strumentale. In che modo secondo Coaching by Values la differenza tra valori fine e valori strumento …fa la differenza 🙂

    Grazie

    • Paola Valeri dice:

      Le regole sorgono sulla base di valori condivisi, che possono essere taciti o espliciti. E i valori sorgono sempre da credenze che ereditiamo dall’ambiente o che creiamo nel corso della nostra vita. I valori sono strumentali quando ci permettono di avvicinarci all’ideale (valore fondamentale). Tutto dipende dalla configurazione dei valori della persona in quel momento: ciò che per te può essere frivolo, per un’altra persona può essere una questione di principio, fondamentale. C’è molto da dire su queste domande, cerchiamo di chiarire alcuni concetti negli articoli e nei video, ma solo l’esperienza di lavorare con i valori e sperimentarli personalmente può aiutare realmente a comprenderne la profondità e anche la complessità. Per questo la nostra formazione di base dura venti ore ed è basata sull’esperienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *